Categories: Dall` Ordine
      Date: Aug 28, 2015
     Title: Verso il Giubileo straordinario della Misericordia 1

L'Ordine di Sant'Agostino avvia un percorso di formazione e approfondimento spirituale verso il Giubileo straordinario della Misericordia con una serie di riflessioni tenute dai frati dell'Ordine e pubblicate su YouTube e sui principali canali di comunicazione dell'Ordine stesso. La Parola di Dio e il Suo approfondimento alla luce del pensiero e del carisma agostiniano sono centrali in questo percorso proposto in preparazione allo straordinario evento giubilare che avrà inizio il prossimo dicembre.

La prima riflessione, nell'imminenza della Festa di Sant'Agostino che si celebrerà venerdì 28 agosto e che vedrà il cardinale Edoardo Menichelli, arcivescovo di Ancona – Osimo, celebrare il solenne pontificale sulla tomba del Dottore della Chiesa a Pavia, nella millenaria Basilica di San Pietro in Ciel d'Oro, è tenuta da Padre Joseph L. Farrell, vicario generale dell'ordine di Sant'Agostino. "Come Agostiniani, credo che un modo in cui possiamo preparare al meglio il prossimo anno giubilare è ri-scoprire, scoprire di nuovo il tesoro di saggezza, spiritualità, fede che abbiamo negli scritti di Sant'Agostino" spiega Padre Farrell. I riferimenti alla Misericordia nelle opere di Sant'Agostino sono particolarmente rilevanti e numerosi proprio perché egli fu consapevole di quanta misericordia avesse ricevuto nel corso della sua esistenza. "Le Lettere, i Sermoni, l'Esposizione sui Salmi di Sant'Agostino contengono numerosi riferimenti alla Misericordia, quella stessa che lo ha portato alla conversione e che ha continuamente ricevuto nel corso della sua esistenza" sottolinea il Vicario generale dell'Ordine proprio nel giorno in cui la Chiesa ricorda santa Monica, il 27 agosto, madre di Sant'Agostino che tanto pregò per la conversione del figlio.

Padre Joseph Farrell nel primo di questi brevi video ricorda come esempio della Misericordia nelle opere di Sant'Agostino, il commento alla parabola del Figliol Prodigo: "Quando il Padre misericordioso si avvicina al figliol prodigo e gli pone le braccia sulle spalle, è come se gli ponesse Cristo stesso. Non viene aggiunto un ulteriore fardello sulle spalle del prodigo bensì, grazie alla misericordia, il peso che il prodigo portava con sé è stato di fatto alleggerito grazie a Cristo, la Misericordia di Dio". Padre Farrell conclude invitando alla rilettura degli scritti di Sant'Agostino per una riflessione sulla misericordia nella nostra vita e per la sua condivisione con i nostri fratelli.