Categories: Dall` Ordine
      Date: Jun  5, 2012
     Title: Riunione della Commissione Int. Economica
{if ($mydetail == '1')}{else}{/if} Valladolid - Spagna
Maggio 2012


Nella riunione della Commissione Economica dell'Ordine tenutasi a Valladolid nei giorni 29-30 maggio 2012, e presieduta da P. Franz Klein, si è parlato ampiamente di una idea che già da tempo interessa le nostre riflessioni: LA CREAZIONE DI UN FONDO PER FINANZIARE PROGETTI DELL'ORDINE.

Va detto, per inquadrare la proposta, che l'Ordine già dispone di diversi fondi per un aiuto economico. Il più conosciuto è il “Fondo di solidarietà”. Questo fondo raccoglie i contributi che il P.Generale e il Consiglio destinano dai conti propri o da donazioni che giungono dalle circoscrizioni dell'Ordine. È anche necessario tener presente che durante l'ultimo sessennio si sono ottenuti importanti aiuti per diversi progetti, realizzati soprattutto in Africa: Nigeria e Kenia.

La constatazione che esistono fondi in diverse parti del mondo, e che si può ricorrere ad essi, ha portato la Commissione Economica Internazionale a riflettere su questa opportunità con l'intento di presentare una proposta nel prossimo CGO del 2013. Sarebbe da considerare la possibilità di incaricare un membro dell'Ordine che abbia il compito di coordinare un gruppo di persone che cerchino contributi economici, al fine di creare un fondo che sia a disposizione per le necessità dell'Ordine. Quest'ultime sono veramente tante, e non solo in Africa ma anche nello stesso centro dell'Ordine, a Roma: Istituto Patristico, l'edificio di Santa Monica e della Curia, studenti di circoscrizioni bisognose, ecc.

Quest'anno si sono portati a termine i lavori di rinnovazione dell'Aula Magna dell'Institutum Patristicum Augustinianum, che dopo quasi 40 anni, necessitava di essere rimodernato e messo a norma. Il preventivo di tutti i lavori che sarebbero necessari è molto superiore alle disponibilità della Curia, pur comprendendo gli aiuti che alcune circoscrizioni hanno generosamente dato. Per affrontare alla radice questa necessità il Rev.do P. Generale ipotizzò, e lo crede ancora, che sia necessario creare una Fondazione negli USA per riuscire ad avere i mezzi che permettano la realizzazione dell'intero progetto auspicato e necessario.

Si può però lavorare anche in altri luoghi per ottenere fondi che finanzino i nostri progetti. È per questo motivo che vediamo la necessità che qualcuno si dedichi, libero da altri impegni, alla ricerca di aiuti materiali.

C'è un altro motivo che ci spinge a cercare e condividere i beni. Si tratta dell'attuale situazione delle vocazioni che sono in genere più numerose nei paesi che hanno maggiori necessità. Questo fatto non comporta una domanda fondamentale nella nostra vita? Perché non condividiamo di più i beni tra circoscrizioni. Alcuni hanno saggiamente osservato che per procedere in questo modo, sarebbe necessario che tutte le circoscrizioni avessero una economia centralizzata... La Commissione Economica ritiene che ciò sia vero perché “chi non condivide i beni materiali, tantomeno condividerà i beni spirituali sia a livello di circoscrizione come di Ordine. Solo così si conosceranno le vere necessità.